Banner

Chiara Dal Fior, amante di videogames diventa professoressa di 3D Modeling

Da Pacman negli anni ’80 a Final Fantasy VII negli anni ’90, da GTA San Andreas negli anni 2000 a God of War nel 2018. Il mondo videoludico è sempre in forte evoluzione e ogni salto generazionale di hardware porta nuovi ed emozionanti cambiamenti. La modellazione, specialmente in ambito 3D, ha fatto salti da gigante ogni anno per gli scorsi 20 anni: basta guardare un modello dei primi anni 2000 come i vari titoli Playstation 2 e paragonarli a qualsiasi gioco tripla A (e anche indie) di oggi.
Oggi parliamo con Chiara, una nostra ex-studentessa che ha fatto della sua passione per i videogiochi la sua professione, attraverso il mondo della modellazione 3D.

ChiaraDalFior-1

Ciao, come ti chiami, quanti anni hai e di cosa ti occupi?

Ciao, sono Chiara Dal Fior, ho 28 anni e mi occupo di modellazione 3D e texturing.

Quale corso hai frequentato presso l’Istituto Design Palladio? In che anno ti sei diplomata?

Ho frequentato il corso 3D Artist per Video Games e mi sono diplomata nel 2019.

Perché hai scelto un corso IDP invece di un percorso universitario tradizionale?

Ho scelto “entrambi”. Prima di iscrivermi all’Istituto Design Palladio ho conseguito una laurea triennale in Belle Arti.

C’è un motivo particolare per cui hai scelto di iscriverti al corso di 3D Artist? Avevi una particolare passione per le materie trattate o ti ha motivato altro?

La mia passione per il mondo videoludico mi ha inevitabilmente condotta al corso 3D Artist per Video Games a seguito di qualche ricerca online e di una giornata Open Day nell’Istituto. Ho scelto questo corso per poter ampliare le mie conoscenze acquisite negli anni universitari, adattandole al mondo della modellazione, e di apprenderne di nuove.

Ci sono stati progetti e/o obbiettivi raggiunti durante la frequenza del corso che ti hanno portato particolare soddisfazione? Raccontaci quali e perché.

È stata una soddisfazione partire senza alcuna nozione base della modellazione né dei programmi utilizzati durante il corso e riuscire ad arrivare a poter produrre modelli 3D di un certo livello e nel modo più corretto così da poterli inserire in un ambiente virtuale.

ChiaraDalFior-2

All’inizio del tuo percorso di studi con IDP avevi già in mente la carriera che avresti voluto intraprendere una volta diplomata o ti sei chiarito le idee strada facendo?

Essendomi iscritta per curiosità personale, per quasi tutta la durata del corso il mio unico pensiero era di produrre al meglio modelli 3D, creati sia durante le lezioni per svago ed esercizio. Successivamente al periodo di stage lavorativo proposto dalla scuola, ho iniziato a produrre sempre più modelli per poter arricchire il portfolio, vendendone alcuni ed accettando qualche saltuario ingaggio.

Hai qualche consiglio da dare a chi non ha ancora le idee chiare in merito al percorso professionale da intraprendere?

È utile provare più cose: piccoli progetti che necessitano di più persone che sappiano svolgere vari compiti ma anche cimentarsi in cose mai provate prima, questo principalmente per capire la propria attitudine e rendersi conto sia dei punti di forza sia delle debolezze.

In quale azienda hai effettuato lo stage e come ti sei trovato? Pensi che sia stata una esperienza utile per introdurti nel mondo del lavoro?

Ho fatto lo stage presso Wisdom Studio, esperienza fatta da remoto in quanto, essendo un gruppo di persone sparse in diverse città italiane, non c’era una sede principale. È stato bello mettersi alla prova e poter uscire dall’ambito scolastico, collaborare in un team con altre persone, soprattutto perché dalle esperienze e dalle capacità altrui si imparano cose nuove. Infatti, durante questo stage, oltre alla modellazione di alcuni asset per un videogioco ho imparato ad usare un altro programma, incentrato però sul texturing, che mi è tornato utile anche per i lavori successivi.

Se dovessi consigliare ad un amico il tuo stesso corso, cosa gli racconteresti?

Un’esperienza assolutamente da provare. Il corso principalmente è basato sulla modellazione 3D e per un appassionato di videogames è entusiasmante scoprire come vengono creati asset per poi riprodurli successivamente, partendo da semplici modelli con pochi poligoni a quelli più elaborati. Vengono anche toccati diversi argomenti applicabili anche in altri ambiti, come l’utilizzo di software per l’elaborazione digitale dell’immagine, disegno e teoria del colore.

ChiaraDalFior-3

Dopo il diploma ti sei sentito pronta ad entrare nel mondo del lavoro? Avevi obiettivi o aspettative particolari?

Direi proprio di sì, il corso anche essendo annuale all’epoca è stato intenso e tutti gli argomenti appresi mi sono tornati utili in ambito professionale. Finite le lezioni il mio unico obiettivo era arricchire il più possibile il portfolio e iniziare qualche esperienza lavorativa.

Quanto tempo hai impiegato per trovare lavoro? Hai adottato strategie particolari (contattato agenzie, inviato CV, promosso il tuo portfolio sui social ecc.)?

La prima occasione di poter partecipare ad un progetto si è presentato meno di un anno dopo la fine delle lezioni. Nonostante sia arrivato tramite conoscenza, ho contattato agenzie per il lavoro, inviato curriculum, pubblicato lavori su piattaforme social e cercato piccoli lavori su siti di servizi freelance.

Quali consigli daresti ai neo-diplomati che stanno cercando di inserirsi nel mondo del lavoro?

Restare determinati. Arricchire il proprio portfolio e presentarlo al meglio aiuta a trovare qualche ingaggio, e quindi fare esperienza, aggiornare il curriculum vitae con le proprie conoscenze ed esperienze lavorative e può aiutare anche la pubblicazione dei propri lavori su piattaforme social, utili a raggiungere più persone in Italia ma anche all’estero.

Hai raggiunto qualche traguardo lavorativo particolarmente interessante o gratificante? Se si, ti va di condividerli con noi?

Un traguardo gratificante, ma soprattutto inaspettato, è stato quello di passare dall’altro lato della cattedra e poter insegnare modellazione base presso IDP nel 2020. Un’avventura decisamente interessante essendo la mia prima esperienza di insegnamento, è stato bello poter trasmettere agli studenti tutto quello che ho appreso durante gli studi, aggiungendo anche qualche conoscenza imparata nei progetti lavorativi.

Cosa ti fa ancora sorridere, o cosa ricordi con maggior nostalgia, quando ripensi al periodo trascorso nella famiglia IDP?

Visto il periodo che abbiamo passato negli scorsi 2-3 anni, la cosa che ricordo con più nostalgia era il contatto umano, le pause con compagni e professori passate in tutta tranquillità a chiacchierare sulle notizie del mondo, sui videogiochi e su altri argomenti.

Un’ultima domanda, hai un sogno nel cassetto o un progetto particolare che ti piacerebbe realizzare? Non deve essere per forza legato alla tua carriera professionale.

Diventare insegnante nell’Istituto dove ho appreso le fondamenta della modellazione mi ha dato tante soddisfazioni, permettendomi di trasmettere queste conoscenze e di apprenderne altre.. E spero di continuare a farlo.

 

Grazie Chiara per il tuo tempo e per aver continuato la tua carriera lavorativa con IDP! Speriamo che tu possa modellare il tuo futuro con noi!

Ti interessa saperne di più sul corso che ha frequentato Chiara?
Scopri il corso di 3D Artist

ChiaraDalFior-4