Francesca Nardi Banner

Francesca Nardi, dal DAMS alla Character Animation, per riscoprire la creatività

17 Mag 2021

Quasi un mese fa, abbiamo aperto questa nuova rubrica del nostro blog con tre interviste, ognuna incentrata su un corso triennale IDP diverso. Oggi, invece, passiamo ai corsi annuali con una nuova carrellata di interviste.

La prima di queste ha come protagonista Francesca Nardi, ex-studentessa diplomata nel 2019 nel corso di Character Animation & Visual FX (che è poi evoluto nel corrente Character Animation & Motion Design).

Francesca Nardi Apartment

Ciao, come ti chiami, quanti anni hai e di cosa ti occupi? 

Ciao! Mi chiamo Francesca Nardi, ho 26 anni e sono Marketing Director & Content Creator di Euterpe Studio. Potete trovare alcuni dei miei lavori e renders qui www.behance.net/francescanardi2

Quale corso hai frequentato presso l’Istituto Design Palladio? In che anno ti sei diplomata?

All’Istituto Design Palladio ho frequentato il corso di Character Animation & Visual FX (che ora si chiama Character Animation & Motion Design). Mi sono diplomata del Giugno del 2019.

Perché hai scelto un corso IDP invece di un percorso universitario tradizionale?

Mi sono laureata in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo all’Università di Padova nel 2018. Ma non mi sentivo completa. Avevo bisogno di respirare creatività, cosa che ho perso durante un percorso di studi prettamente teorico. Ho valutato diverse proposte dopo la mia laurea, per aumentare le mie conoscenze e consolidarle. Ma una volta entrata in IDP ho trovato quello che mi mancava. Fantasia, creatività e voglia di esprimersi.

C’è un motivo particolare per cui hai scelto di iscriverti al corso di Character Animation & Visual FX (ora Character Animation & Motion Design)? Avevi una particolare passione per le materie trattate o ti ha motivato altro?

Sono sempre stata, fin da piccola, una patita dei cartoni animati. Li ho imparati quasi a memoria. Quello che mi accade quotidianamente lo paragono spesso a quello che ho visto da piccola. Quando ho letto la descrizione del corso e dopo aver parlato con il prof. Testoni, il docente del corso, ho detto “voglio farlo anche io”. Volevo imparare a padroneggiare quegli strumenti che mi avrebbero permesso, in futuro, di poter creare e animare qualcosa di mio. Che fosse un personaggio, una piccola animazione, uno scenario o altro. Un modo per canalizzare la mia creatività.

Francesca Nardi Spaceship

Ci sono stati progetti e/o obbiettivi raggiunti durante la frequenza del corso che ti hanno portato particolare soddisfazione? Raccontaci quali e perché.

Le soddisfazioni erano giornaliere, come le sconfitte, d’altra parte. Per me vedere che quello che mi veniva spiegato, o mostrato in teoria, prendeva forma, mi donava una felicità immensa. Mi sentivo potente, ma soprattutto capace. Le soddisfazioni più grandi che mi sono tolta sono state la pratica e gli esercizi che facevo a casa dopo le lezioni, con i vari errori che ne derivavano. Ma anche finalmente riuscire a creare, alla fine dei vari progetti, ogni piccolo lavoro che esulava dal corso e che era solo “mio”.

All’inizio del tuo percorso di studi con IDP avevi già in mente la carriera che avresti voluto intraprendere una volta diplomata o ti sei chiarito le idee strada facendo?

All’inizio del corso non avevo le idee chiare riguardo a cosa mi sarebbe piaciuto fare nel mio futuro lavorativo. Ma io sono una persona molto volubile, mi interesso a tante cose e alle volte vado fuori strada. Questo corso mi ha fatto sognare tanto. Una volta concluso ho capito che, anche se non fosse diventata la mia principale professione, non avrei mai abbandonato tutto quello che ho imparato e per un po’ ho avuto la fortuna di farlo a tempo pieno.

Hai qualche consiglio da dare a chi non ha ancora le idee chiare in merito al percorso professionale da intraprendere?

Mi sento di consigliare quello che consiglierei alla me stessa di pochi anni fa: “Anche se non hai le idee chiare buttati in quello che ti appassiona e in quello che ti rende felice. Lavora, impegnati al 300%. Le opportunità si faranno avanti strada facendo, basta saperle cogliere”.

In quale azienda hai effettuato lo stage e come ti sei trovato/a?

Io ho fatto lo stage in Studium Group, nell’Ufficio Eventi. Il super E202! È stata un esperienza che mi ha lasciato una fortissima impressione. Ho incontrato delle persone che sono state fondamentali per la mia crescita, sia personale che professionale. Ho pianto in diverse occasioni, pensando di non essere ancora pronta, ma ho stretto i denti e mi sono messa in gioco.

Pensi che sia stata una esperienza utile per introdurti nel mondo del lavoro?

Assolutamente, assolutamente si. È stato il mio punto di partenza e sono davvero grata di aver potuto farlo lì.

Se dovessi consigliare ad un amico il tuo stesso corso, cosa gli racconteresti?

Gli racconterei che è stato un percorso incredibile per me. Che alla mattina arrivavo sorridente, che spero che anche lui possa avere come docente Roman Testoni, persona che mi ha trasmesso la sua passione per questo lavoro. Gli racconterei anche che è stato un corso “breve” in quanto annuale, ma completo. Dove una volta imparati i fondamentali di Maya, ti danno la possibilità di approcciarti anche a programmi come Photoshop, After Effects, etc. per renderti cosciente e consapevole a 360 gradi delle possibilità di espressione e al completo processo di lavoro.

Dopo il diploma ti sei sentito pronta ad entrare nel mondo del lavoro? Avevi obiettivi o aspettative particolari?

Pensavo di non essere ancora pronta. Ma forse non ci si sente mai pronti quando si sta per intraprendere una nuova avventura. Ma mi sentivo carica di energie per impegnarmi al 100%.

Quanto tempo hai impiegato per trovare lavoro? Hai adottato strategie particolari (contattato agenzie, inviato CV, promosso il tuo portfolio sui social ecc.)?

Dopo la fine del mio stage scolastico presso Studium, sono stata ricontattata per uno stage per inserimento lavorativo alcuni mesi successivi. È durato sei mesi. E poi è arrivato il Covid. Qui mi fermo perché potrei arrabbiarmi. Sono stati mesi di pausa forzata e di buio dal punto di vista lavorativo. Ma poi si sono presentate delle altre possibilità. Che si distanziano leggermente dal percorso formativo fatto presso IDP. Ho aperto la mia partita IVA e mi sono messa in gioco, ancora.

Quali consigli daresti ai neo-diplomati che stanno cercando di inserirsi nel mondo del lavoro?

Di essere persone serie. Di impegnarsi, di essere gentili e di essere disponibili. Ci sono dei sacrifici da fare per potersi inserire nel mondo del lavoro, almeno per la posizione che si sogna. Ma nonostante questo, vale sempre la pena di tenere duro e di non mollare.

Hai raggiunto qualche traguardo lavorativo particolarmente interessante o gratificante? Se si, ti va di condividerli con noi?

Mi sono tolta delle soddisfazioni. Presso Studium ho svolto dei lavori per delle aziende molto importanti. Durante il mio lavoro attuale invece ho potuto fotografare tanto e alcune di queste fotografie ora sono su British Vogue.

Cosa ti fa ancora sorridere, o cosa ricordi con maggior nostalgia, quando ripensi al periodo trascorso nella famiglia IDP?

Ricordo il sorriso di Monica alla mattina e Francesca (le due segretarie dell’IDP) che mi chiede se ho firmato la presenza. Il caffè che mi sono rovesciata addosso il primo giorno, anche se volevo fare bella figura. La pausa alle macchinette con i miei compagni di corso. La sana competitività che si respirava in aula.

Un’ultima domanda, hai un sogno nel cassetto o un progetto particolare che ti piacerebbe realizzare? Non deve essere per forza legato alla tua carriera professionale.

Il mio sogno per me stessa è più un concetto che un obiettivo materiale: essere sempre in movimento e in evoluzione. Di non fermarmi mai ma di continuare ad assorbire e ad imparare. Continuare a prendere ispirazione da chi mi sta intorno. Di mettermi sempre in gioco, di non dare nulla per scontato.

Francesca Nardi Conference Room

Grazie Francesca per le tue risposte e per l’incredibile entusiasmo che ci hai mostrato non solo in questa intervista, ma anche nel tempo trascorso presso IDP. Ti auguriamo il meglio per i tuoi progetti e la tua carriera!

Ti interessa saperne di più sul corso che ha frequentato Francesca?
Scopri il corso di Character Animation & Motion Design