Roberta Sandri Banner

Roberta Sandri, Graphic Designer che ha costruito una carriera alla LEGO

Tutti conosciamo la LEGO, la leggendaria compagnia che si è letteralmente costruita mattoncino su mattoncino.
Oggi, vi vogliamo proporre l’esperienza di Roberta Sandri, una nostra ex-studentessa che dopo il diploma, ha creato una carriera alla LEGO Foundation.

RobertaSandriLEGO1

Ciao, come ti chiami, quanti anni hai e di cosa ti occupi? Hai un portfolio online o un sito web personale che ti piacerebbe condividere con noi?

Ciao, mi chiamo Roberta, ho 38 anni e mi occupo di Visual e Experience Design. Il mio sito è: www.robertasandri.com

Quale corso hai frequentato presso l’Istituto Design Palladio? In che anno ti sei diplomata?

Ho frequentato il corso di Graphic Design (ora Visual Design), mi sono diplomata nel 2004.

Perché hai scelto un corso IDP invece di un percorso universitario tradizionale?

Cercavo un corso che, oltre ad istruirmi, mi potesse fornire gli strumenti per creare. Ho trovato che IDP facesse al caso mio, data la formazione con mira pratica e contestualizzata nel mondo del lavoro.

C’è un motivo particolare per cui hai scelto di iscriverti al corso di Graphic Design (ora rinominato a “Visual Design”)? Avevi una particolare passione per le materie trattate o ti ha motivato altro?

Si, nonostante abbia frequentato il liceo classico prima di avventurarmi nel mondo della grafica, ho sempre avuto una grande passione per le arti visive, l’illustrazione, il mondo dei giocattoli e dell’animazione.

Ci sono stati progetti e/o obiettivi raggiunti durante la frequenza del corso che ti hanno portato particolare soddisfazione? Raccontaci quali e perchè.

Il corso mi ha permesso di immergermi nel mondo della grafica e di fornirmi gli strumenti necessari per iniziare a lavorare subito dopo la fine del corso. Più che particolari e specifici obbiettivi raggiunti, sono soddisfatta del pacchetto totale di esperienze e capacità che ho acquisito.

All’inizio del tuo percorso di studi con IDP avevi già in mente la carriera che avresti voluto intraprendere una volta diplomata o ti sei chiarita le idee strada facendo?

Ho sempre avuto un’interesse per le arti visive, ma nel percorso con IDP ho capito come poter sfruttare una ‘passione’ e poterla trasformare in una professione. Avevo sicuramente intenzione di lavorare nel settore del Visual Design.

Hai qualche consiglio da dare a chi non ha ancora le idee chiare in merito al percorso professionale da intraprendere?

Consiglio di mettersi in gioco, fare più esperienze possibili e non aver paura a chiedere. Un’occasione mancata o una domanda non fatta sono quasi sempre peggio di una esperienza mancata o un possibile rifiuto.

In quale azienda hai effettuato lo stage e come ti sei trovata? Pensi che sia stata una esperienza utile per introdurti nel mondo del lavoro?

Ho fatto uno stage in una piccola agenzia pubblicitaria e sebbene non ne abbia i migliori ricordi, penso sia stata un’esperienza formativa importante. Non tutti i luoghi lavorativi e clienti sono in perfetta sintonia con noi, ma sapere come gestire tali situazioni è un’ottima capacità che sicuramente può aiutare in svariate situazioni.

Se dovessi consigliare ad un amico/a il tuo stesso corso, cosa gli racconteresti?

Racconterei che ho apprezzato molto la varietà ti materie e esercizi proposti, e che svariate cose imparate in quei giorni mi sono ancora utili oggi, a più di 17 anni di distanza (non posso credere sia passato così tanto tempo!).

RobertaSandri2

Dopo il diploma ti sei sentito pronta ad entrare nel mondo del lavoro? Avevi obiettivi o aspettative particolari?

Entrare nel mondo del lavoro è sempre un’esperienza piuttosto stressante – ci si deve confrontare con la propria insicurezza e non si ha ancora un’idea chiara di come proporsi nel miglior modo possibile. Non ricordo di aspettative particolari ma ho sempre avuto il sogno di poter lavorare all’estero.

Lavorare alla LEGO è sicuramente un’esperienza unica. Potresti raccontarci come sei arrivata a tale professione?

Ho sempre avuto la passione per il gioco e i giocattoli: ciò mi ha spinta un giorno a guardare sul loro sito e trovare un annuncio. La descrizione del lavoro era solo in danese, l’ho tradotta con Google e mi sembrava di avere i requisiti necessari. Pensando che la cosa che peggiore che potesse succedere fosse un ‘no grazie’ – ho inviato a cuor leggero il mio curriculum… Ed eccomi qui. (Non scherzavo quando ho detto di non aver paura di chiedere!)
Per 10 anni ho lavorato all’agenzia pubblicitaria interna (la più grande di Danimarca con oltre 400 dipendenti), dove ho curato la direzione artistica di spot, creato campagne pubblicitarie, seguito lo sviluppo del branding e visual identity di nuovi prodotti.

Potresti raccontarci in cosa consiste la tua posizione da “Experience Design Manager” presso la LEGO Foundation?

La LEGO Foundation è un’organizzazione no-profit la quale missione è di costruire un futuro dove imparare attraverso il gioco permetterà ai bambini nati in zone meno privilegiate di diventare adulti creativi e pronti per le sfide che il futuro porterà loro.
Il mio lavoro ora si concentra sul progettare esperienze di gioco non solo legate ai mattoncini LEGO ma anche utilizzando altri materiali come per esempio carta, bottigliette di acqua usate o pezzi di cartone. Il processo si svolge in stretta collaborazione con altre organizzazioni che operano sul territorio, per capire in modo attento ed accurato la situazione nella quale si trovano i bambini.
Il motivo che mi ha spinto a cambiare dall’agenzia pubblicitaria interna alla LEGO Foundation è proprio quello di sentirmi più vicina alla parte di mondo che ha meno possibilità di avvicinarsi al gioco e all’educazione: essere parte, nel mio piccolo, di un’organizzazione che può portare ad una trasformazione positiva nelle zone nelle quale opera.

Hai fatto altri lavori prima di iniziare la tua carriera nella LEGO Foundation? Condivideresti con noi alcune di queste esperienze?

Ho lavorato 10 anni come Art Director e Creative Manager all’interno dell’agenzia pubblicitaria interna alla LEGO. Prima della LEGO sono stata Graphic Designer presso il dipartimento di comunicazione dell’Agenzia Spaziale Europea ed ho avuto il grande onore di poter creare una ‘mission patch’ volata nello spazio con l’astronauta britannico Tim Peake nel dicembre 2015, durante la spedizione 46 chiamata ‘Principia’.

Pensi che il corso formativo che hai scelto presso IDP ti abbia aiutato in una o più di queste posizioni lavorative? Se si, in quali particolari aspetti?

Certo, mi ha dato le basi per poter intraprendere la mia carriera! 🙂

Quali consigli daresti ai neo-diplomati che stanno cercando di inserirsi nel mondo del lavoro?

Consiglio loro di non demordere, di non aver timore nell’esporre le proprie idee, di tenersi aggiornati più possibile e di includere nel proprio portfolio anche progetti non strettamente legati al lavoro. E di esercitare l’inglese quando possibile – che può aprire molte porte, anche inaspettate. (Io non avrei mai pensato di vivere in Danimarca per così tanto tempo, eppure eccomi qui!)

Hai qualche consiglio da dare a chi non ha ancora le idee chiare in merito al percorso professionale da intraprendere?

Il mio consiglio è di fare domande a chi la professione l’ha già intrapresa – anche via social media. E’ sempre un grande piacere parlare con studenti e condividere con loro le esperienze fatte.

Cosa ti fa ancora sorridere, o cosa ricordi con maggior nostalgia, quando ripensi al periodo trascorso nella famiglia IDP?

Ricordo sempre con piacere le lezioni del fantastico illustratore Alessandro Sanna – e le amicizie strette in classe, alcune delle quali durano tutt’oggi. Sono passati molti anni, ma alcune memorie rimangono ancora fortemente accese nella mia memoria. 🙂

Un’ultima domanda, hai un sogno nel cassetto o un progetto particolare che ti piacerebbe realizzare? Non deve essere per forza legato alla tua carriera professionale.

Rimanendo in tema del mondo dell’infanzia, mi piacerebbe un giorno illustrare un libro per bambini.

Grazie Roberta per il tuo tempo e per il tuo spirito creativo e critico. Ti auguriamo il meglio per i tuoi progetti futuri e aspettiamo questo libro per bambini, marchiato con il tuo nome!

Ti interessa saperne di più sul corso che ha frequentato Roberta?
Scopri il corso di Visual Design

RobertaSandri3